Uli apre le marcature, Catamerò riacciuffa il Foligno: 2-2 nel derby

Il Perugia esce con un punto dal PalaPaternesi. Il 2-2 contro il Foligno non può soddisfare la formazione di Abati, che vede allontanarsi la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia. Vantaggio di Uli, al rientro dal lungo inofrtunio, rimonta delle padrone di casa, infine la rete di Catamerò. Nel finale, l’episodio che lascia l’amaro in bocca: l’urlo di Donati per il possibile gol-vittoria resta strozzato in gol.

Primo tempo – Si sa che il derby è sempre una partita a sé. Saltano tutti gli schemi, saltano le posizioni in classifica, saltano tutte le certezze. Al Palapaternesi, Foligno e Perugia si affrontano a viso aperto, come se stessero giocando la partita della vita, come se in gioco ci fosse più di una vittoria. A disposizione di mister Abati tornano sia Pedace che Uli De Oliveira, pedine fondamentali tra le fila biancorosse. Il match sin dai primi istanti ha dei ritmi alti e continui cambi di fronte: le due squadre regalano una prima frazione divertente. Il gol del vantaggio perugino è una perla di Oliveira, che, spalle alla porta, batte Brugnoni con uno splendido colpo di tacco. Il modo migliore per tornare in campo dopo una lunga assenza. Il primo tempo si conclude con il Perugia avanti 1-0.

Secondo tempo – Si riparte subito a mille con le due squadre che non si risparmiano: il Perugia tenta l’affondo, il Foligno attende e cerca di colpire in ripartenza. Buon fraseggio e possesso palla di entrambe le squadre. Le padrone di casa trovano il pareggio su calcio di rigore: Narcisi cade a terra nell’area perugina, l’arbitro non ha dubbi e indica il dischetto. Pellegrino battezza un angolo e Ricottini sul tiro forte e preciso nulla può. 1-1 e tutto da rifare. Abati rischia la carta del portiere di movimento, un’arma che si rivela subito a doppio taglio: Bisognin, infatti, dopo aver recuperato palla, sigla il 2-1 con la porta spalancata. Il Perugia non ci sta e, sempre con il portiere di movimento, ristabilisce la parità: a 25’’ dalla fine, Catamerò firma il 2-2 con una sassata imparabile. Le emozioni, però, non sono finite: a ridosso della sirena (da capire se un attimo prima o un attimo dopo) Donati calcia verso la porta e trova la rete. L’esultanza della numero 10, tuttavia, viene stoppata sul nascere dai direttori di gara: pari e patta al PalaPaternesi.

ATLETICO FOLIGNO-PERUGIA 2–2 (0-1 p.t.)
ATLETICO FOLIGNO: Brugnoni, Narcisi, Ferroni, Pellegrino, Corboli, Bisognin, Magnini, Pace, Filippucci, Di Fiore, Maselli, Santi. All. Santoni Ilaria

PERUGIA: Ricottini, Catamerò, Mastrini, Donati, Pezzolla, Toth, Ercolani, Tosi, De Oliveira, Pedace, Castagnoli, Baglioni. All. Abati Marco

MARCATRICI: 13’07” p.t. De Oliveira (P), 8’59” s.t. Pellegrino (F), 13’11” Bisognin (F), 19’35” Catamerò (P)

AMMONITE: Narcisi (F), Filippucci (F), Pezzolla (P), Pellegrino (F), De Oliveira (P), Donati (P)

ARBITRI: Andrea Cini (Perugia), Emanuele Roscini (Foligno) CRONO: Gianluca Pioli (Foligno)